La china scivolosa della compassione: appello per una presa di posizione contro le campagne pseudo-animaliste

Compassion in world farming?

Compassion in world farming?

Oltre la Specie aderisce all’appello di BioViolenza e Campagne per gli Animali “
Di seguito la lettera inviata a gruppi e associazioni e il link al testo dell’appello contro le iniziative di Compassion in World Farming

(Le adesioni aggiornate sono sul sito di BioViolenza)

Care attiviste, cari attivisti per la liberazione animale,

crediamo sia giunto il momento di fare chiarezza su iniziative pseudoanimaliste che spesso si propagano in rete e creano confusione in chi non è abbastanza attento al significato delle parole o non ha ancora le idee precise su quali siano le richieste del movimento per la liberazione animale. Pensiamo che, visto il dilagare del fenomeno, i movimenti animalista e antispecista dovrebbero prendere posizione riguardo a certo welfarismo che si spaccia per animalismo e annacqua, diluisce e di fatto inquina il nostro messaggio.

Iniziative come la recente raccolta di 250.000 firme in Europa per rendere l’allevamento dei Maiali più “etico”, senza la benché minima contrarietà all’allevamento in sé, rischiano di fare danno alle istanze di liberazione animale, senza peraltro determinare alcun cambiamento della drammatica situazione in cui versano gli animali.

Chiediamo ai gruppi ed alle associazioni animaliste/antispeciste di prendere una posizione chiara raccogliendo il seguente appello.

Progetto Bio-Violenza
Campagne per gli Animali

LEGGI IL TESTO DELL’APPELLO

Le adesioni possono essere inviate a: bioviolenza@gmail.com.

Non è possibile lasciare nuovi commenti.