19274762_1037645163039650_2502580232816528906_n

Animali infestanti e umani indesiderati – video, aperitivo, dibattito

When:
29 giugno 2017 @ 18:00
2017-06-29T18:00:00+02:00
2017-06-29T18:30:00+02:00
Where:
Macao
Viale Molise
68, 20137 Milano
Italia
Cost:
Free
Contact:
Oltre la Specie

19274762_1037645163039650_2502580232816528906_nGiovedì 29 giugno
Caffè Letterario Macao, viale Molise 68

ANIMALI INFESTANTI E UMANI INDESIDERATI
(R)ESISTERE AI MARGINI DELLA CITTÀ

Dalle 18: presentazione dei documentari No Pet e Diorama, con Davide Majocchi, Antonella Grieco e Progetto Aves.
Dalle 19.30: aperitivo a offerta libera.
Dalle 20.30: tavola rotonda sulla città e i suoi esclusi con Rachele Borghi e Julie Coumau, dall’Università Sorbona di Parigi, Stefania Cappellini, i collettivi Marsala e Off Topic.

La città è costruita a misura d’uomo, è il luogo dove l’umano (bianco, maschio, eterosessuale, adulto, sano, benestante) si disvela, perdendo il suo presunto universalismo e manifestando le sue caratteristiche di invasività e nocività. Che ne è degli esclusi da questo paradigma? Con che occhi guardano alla città i suoi abitanti più indesiderati? Possiamo immaginare uno spazio densamente popolato, che sia al tempo stesso bestiale, disumano, poroso, attraversabile liberamente, non antropocentrico?
Giovedì 29 giugno, al Caffè Letterario di Macao, cercheremo di esplorare il mondo dei reietti e delle reiette che affollano clandestinamente i bassifondi delle metropoli e resistono alle campagne di pulizia etnica e gentrificazione: non solo i poveri, le povere, i senza tetto, le frocie, le prostitute, i migranti, ma anche i ratti derattizzati, gli infestanti disinfestati, i cani confinati nei salotti e nelle aree cani, gli esotici prigionieri degli acquari e degli zoo. Senza contare quello stuolo di corpi sul cui lavoro si fonda il sostentamento della città, e che a lei non hanno accesso, se non come sfollati.
“Invasione”, “degrado”, “sicurezza”, “decoro” sono alcune delle parole d’ordine che davvero infestano i discorsi della politica, con effetti di invisibilizzazione, espulsione e messa a morte per innumerevoli soggettività, umane e non. Possiamo mettere in relazione il tristemente noto Decreto Minniti, con il suo daspo urbano, e i provvedimenti di caccia selettiva, la disinfestazione, la regolamentazione delle possibilità di azione e movimento dei cani? Quale attivismo contro forme di marginalizzazione così diverse fra loro?

Dalle 18.00, proiezioni con:

Davide Majocchi è un’attivista per la liberazione animale. Lavora presso canili e rifugi per animali. È autore del documentario No Pet, di prossima uscita, sugli animali cosiddetti d’affezione e le comunità randagie che sono in grado di creare, quando eludono le reti della società civile. Sarà presente anche la regista del documentario, Antonella Grieco.

Il progetto Aves porta avanti una riflessione di carattere estetico sul rapporto tra umani e animali nel contesto urbano, a partire da performance video e graphic design. È autore collettivo del film Diorama, sugli animali che si insediano o entrano in contrasto con la città.

Dalle 20.30, dopo l’aperitivo, dibattito con:

Rachele Borghi è attivista e ricercatrice transfemminista. Si occupa di geografia e studi di genere. Insegna all’università Sorbona di Parigi.
Julie Coumau è un’attivista antispecista. Si è laureata alla Sorbona di Parigi con una tesi sul corpo dell’attivista vegan* all’interno della città.
Marsala è un collettivo di ricerca artistica che gioca con gli immaginari collettivi: li analizza, li distrugge e cerca di crearne di nuovi. Per farlo utilizza diversi strumenti come video, installazioni, performance e laboratori. La ricerca si è dedicata soprattutto al rapporto tra corpo, spazio e identità (progettomarsala.wordpress.com). Ha recentemente partecipato alla realizzazione del film documentario “Non è amore questo”, sulla vita sessuale di una donna disabile a Milano.
Alberto Abo di Monte è scrittore e attivista. Fa parte del collettivo Off Topic, “un laboratorio di dibattito e progettazione che indaga nelle crepe del tessuto politico, fisico e sociale della “metropoli” Milano” (www.offtopiclab.org).
Stefania Cappellini, tra le attiviste promotrici del blog resistenzanimale.noblogs.org. Si interessa di pedagogica libertaria e di critica alla cinofilia.

Non è possibile lasciare nuovi commenti.